Storia

1956 nasce l’azienda con sede in Cassino (FR).
Inizia un’attività produttiva di manufatti in cemento: blocchi e tubi in calcestruzzo utilizzati nelle costruzioni civili ed industriali e nelle opere urbanistiche. La forma societaria è società di fatto.

 

1s2s3s4s

 

1969 La Sdf si trasforma nella Mario Musilli e F.lli Snc.

1970 viene studiato e sperimentato un grigliato articolato per scarpate.
Il manufatto viene proposto alla Società Autostrade che lo accoglie con grande interesse e nella primavera iniziano ad arrivare le prime commesse.

1971 si inaugura il nuovo stabilimento di San Vittore del Lazio che sorge su un’area di circa 100.000 mq.

1973 Mario Musilli fa parte di quel gruppo di imprenditori del Lazio che fondano la “Federlazio”, Associazione aderente a Confapi.

1975 la società Musilli aderisce ad Assobeton, Associazione di produttori manufatti in cemento di Confindustria, con sede a Milano.

 

5s6s7s8s

 

1981 la Snc si trasformata in società a responsabilità limitata e contemporaneamente viene creata una rete vendita con agenti e rappresentanti, che coprono tutta l’Italia centrale.
In quegli anni i l’attività della Musilli conosce una continua evoluzione: si acquistano moderni macchinari all’estero che raddoppiarono la produzione: pozzetti per fognature, loculi cimiteriali prefabbricati, manufatti per opere stradali e di complemento alle urbanizzazioni, barriere di sicurezza stradale tipo New Jersey.
Inizia la produzione di pavimentazioni autobloccanti e Mario Musilli, insieme ad alcuni imprenditori dislocati su tutto il territorio nazionale, fondano la Pavitalia (Associazione di produttori masselli autobloccanti) con sede a Treviso.

Fine anni ’80 I fratelli Musilli fondano una nuova società, la SOMACE SRL, nel nuovo stabilimento sito anch’esso in S. Vittore del Lazio (FR) su un’area di circa 50.000 mq. Questa decisione è fondata sulla convinzione che l’evoluzione delle tecniche di produzione, la richiesta di materiali di qualità sempre più elevata e la riduzione dei costi impone, in maniera sempre più consistente, una scelta strategica sulla specializzazione delle varie produzioni. Tale specializzazione può essere ottenuta solo unificando i metodi e decentrando le linee di produzione.

1993 Fabio Musilli, figlio di Mario, entra a far parte dell’Azienda. Con la consapevolezza che le condizioni di mercato siano cambiate rispetto agli anni 80, Fabio elabora una strategia orientata non più verso il potenziamento della produttività in senso stretto, ma volta a far conoscere a tutti gli operatori del settore (clienti, progettisti, Enti pubblici, ecc.) i nuovi prodotti e la qualità che le aziende della famiglia Musilli possono offrire. Sono predisposti opportuni piani di marketing e vengono creati tutti gli strumenti necessari per raggiungere tale obiettivo.

 

9s11s12s10s

 

Nei successivi anni ‘90 i risultati di questa politica aziendale sono evidenziati dalla produzione di manufatti che collocano la Musilli fra le prime aziende italiane produttrici di Barriere di sicurezza stradale tipo New Jersey, Loculi cimiteriali (singoli, in batterie, in batterie strutturali) e Cunicoli per la razionalizzazione dei sottoservizi. La produzione di tubi circolari a tenuta idraulica, di collettori scatolari e di pozzetti circolari, denominati Menhir, anch’essi a tenuta idraulica, sono tutti innovativi manufatti ideati per risolvere i problemi di tenuta idraulica e costituiranno la gamma dei manufatti componenti il Sistema Fognario Prefabbricato.
La mission attuata dalla Azienda ha proiettato la stessa a ricoprire un ruolo fondamentale presso la maggior parte delle imprese italiane, le quali hanno assegnato alla Musilli commesse per importanti opere pubbliche su tutto il territorio nazionale: tubi per urbanizzazioni, pavimentazioni autobloccanti, loculi per edilizia cimiteriale, cunicoli multiservizi, barriere New Jersey.

2000 La costante attenzione che la Musilli ha sempre rivolto alla Ricerca e Sviluppo nello sforzo di unire un’alta produttività con un elevato e costante standard qualitativo ha dato ottimi risultati, tali da ottenere la Certificazione di Qualità dall’ICMQ secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000.
Si avvia, inoltre, una collaborazione con una giovane società della Sardegna, trasferendo a quest’ultima le attrezzature ed il know-how acquisito in tanti anni di attività per la produzione di Barriere New Jersey, pozzetti Menhir ed altri manufatti.

 

13s14s15s16s

 

2002 la Musilli si trasforma in società per azioni.
Si definiscono accordi per il miglioramento, la ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti, con alcune prestigiose Università fra le quali la facoltà di Ingegneria di Cassino, la facoltà di Ingegneria di Roma “La Sapienza” e la facoltà di Ingegneria di Napoli “Federico II”; la Somace partecipa alla fondazione dell’associazione ABESCA (Associazione Barriere Elementi di Sicurezza in Cemento Armato) che ha lo scopo di sperimentare nuove forme di Barriere di sicurezza stradale e di far conoscere le peculiarità delle Barriere New Jersey esistenti ai principali Gestori di Strade.

2004 dopo una lunga ed accurata ricerca, a completamento dei manufatti che compongono il Sistema Fognario, è attivata la produzione di Impianti di Trattamento Acque Reflue con l’utilizzo di cisterne monolitiche, circolari o rettangolari e con capacità fino a 70.000 litri, e cisterne componibili costituite da pannelli che permettono di arrivare a capacità di gran lunga superiori. Di notevole rilevanza è l’introduzione di nuovi servizi quali progettazione, installazione e collaudo degli impianti forniti.

2005  la Somace partecipa alla fondazione della Società Abesca Europe Srl, con sede in Bolzano. Gli obiettivi di quest’ultima società sono quelli di ideare e progettare nuovi sistemi per la sicurezza stradale.

2008 viene avviata una collaborazione con una società della Sicilia, trasferendo a quest’ultima le attrezzature ed il know-how acquisito in tanti anni di attività per la produzione di Loculi cimiteriali.
La Musilli sigla un accordo con la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cassino, col quale viene dato in concessione uno spazio all’interno dello stabilimento di San Vittore del Lazio dove poter installare il Laboratorio di Ingegneria delle Acque (LIA) dell’Università. Il laboratorio diventa operativo nel mese di Ottobre dello stesso anno.

 

17s18s19s21s

 

2009 l’ICMQ (Istituto Certificazione Marchio Qualità) rilascia la certificazione del Sistema di Qualità Aziendale secondo la norma UNI EN ISO 9001:2008, ed il certificato CE sugli scatolari e la Musilli diviene una delle prime aziende italiane a certificare i suoi prodotti secondo le nuove norme europee.
La Somace riceve, invece, i certificati CE sulle barriere di sicurezza stradale con due anni in anticipo rispetto a quanto previsto dalla normativa vigente.

2010  viene progettato un sistema per il rivestimento delle piazzole di sosta in galleria naturale con prefabbricati centinati. Tale sistema è proposto alla Todini Spa per il rivestimento delle piazzole di sosta della galleria Poggiolino (variante di valico) della A1.

2012  viene progettato un sistema prefabbricato per la realizzazione di gallerie artificiali che non hanno bisogno di rinfianchi di calcestruzzo.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERAdscn0657


A più di 50 anni dalla fondazione, partendo dall’intuito e dalla genialità imprenditoriale dei primi tempi, passando per l’innovazione tecnologica e l’incremento della produttività, per il marketing e la ricerca di sinergie, fino ai temi più attuali della sicurezza stradale e della risoluzione delle problematiche ambientali, la storia della Musilli, ci ha mostrato il cammino percorso da un’azienda di successo.

Un successo raggiunto perché Mario Musilli ed il suo management hanno mostrato dinamismo, ascoltato le esigenze dei clienti, hanno ampliato le linee dei prodotti rispettando alti standard qualitativi, si sono posti obiettivi sempre più elevati ed hanno compiuto tutti gli interventi necessari: in sintesi hanno governato lo sviluppo della Musilli SpA.

Cataloghi

Accedi ai nostri cataloghi

Eleggere la qualità

Cioè intraprendere una forma di ricerca qualitativa per orientare l’azione del management e dell’intera azienda nel lungo periodo; investire nella qualità, nella competenza e nella formazione dello staff tecnico e delle maestranze, nella sicurezza dei sistemi, nella ricerca e sviluppo di tecnologie. Eleggere la Qualità significa produrre secondo i criteri della normativa europea degli standards tecnico-operativi, che rappresentano indiscutibilmente una sorta...

Leggi tutto

Seguici su seguici su youtube